Rendimento pannelli fotovoltaici: con o senza ottimizzatore?

Quando si installa un impianto fotovoltaico, è necessario tenere in considerazione il rendimento dei pannelli fotovoltaici, il quale deve essere elevato per raggiungere gli standard di consumi richiesti al giorno d’oggi.

In questo, gli ottimizzatori per il fotovoltaico rappresentano una grande risorsa, per rendere i pannelli solari più efficienti e ricavare così il massimo dall’energia pulita del sole.

Ottimizzatori per fotovoltaico: cosa sono

Un ottimizzatore è un dispositivo elettronico. Il peso può arrivare a circa 2 Kg, la collocazione abituale è la parte posteriore del pannello fotovoltaico. La funzione di un ottimizzatore di potenza è quella di permettere la comunicazione diretta del modulo solare con l’inverter.

Il monitoraggio dell’attività di ogni modulo fotovoltaico è possibile grazie agli ottimizzatori di potenza.

In questo modo, ogni modulo lavora in maniera indipendente dall’altro e può essere monitorato singolarmente, anche tramite App, e di migliorare così il rendimento del singolo modulo fotovoltaico.

L’ottimizzatore per fotovoltaico consente al singolo modulo solare di raggiungere il Punto di Massima Potenza (MPPT), ovvero, il potenziale di produzione. Così, anche in caso di ombreggiamenti, agenti esterni o mancata manutenzione, il pannello fotovoltaico continua a produrre il massimo dell’energia possibile.

Quando, per una qualunque ragione, un modulo fotovoltaico smette di funzionare, l’intero sistema non subisce cali di potenza. Il sistema isola, in questo modo, il pannello difettoso, senza conseguenze sulla resa generale dell’impianto fotovoltaico.

Si evita così l’effetto “luci dell’albero di Natale” in cui, se una lampadina si brucia, tutte le luci si spengono.

In sintesi, l’inverter fotovoltaico riceve informazioni non dalla stringa fotovoltaica, ma dal singolo modulo fotovoltaico, grazie a un convertitore DC/DC contenuto dentro l’ottimizzatore.

In gergo, si dice che un ottimizzatore di potenza permette di differenziare in modo ottimale i punti di lavoro dei moduli fotovoltaici.

Rendimento pannelli fotovoltaici: da cosa dipende

Il rendimento dei pannelli fotovoltaici dipende da molteplici fattori ed è il dato che tutti i produttori di moduli solari mirano ad elevare, per fornire un prodotto di qualità e ad alta efficienza.

I principali fattori che lo caratterizzano sono:

  • Orientamento
  • Tempo atmosferico
  • Tipo di materiale

Ad esempio, un pannello fotovoltaico in silicio monocristallino presenta, in media, un rendimento più elevato rispetto al policristallino (per saperne di più, clicca qui).

Con gli ottimizzatori di potenza è stato dimostrato come il rendimento aumenti notevolmente.

Produzione fotovoltaico con ottimizzatori di potenza

La produzione del fotovoltaico con gli ottimizzatori di potenza sarà sempre ai massimi livelli, garantendo una maggiore resa.

Infatti, la resa energetica di un impianto con ottimizzatori di potenza può arrivare a essere superiore del 25% rispetto agli impianti tradizionali.

Questo è certamente uno dei motivi principali per cui installare degli ottimizzatori sui propri pannelli solari rappresenta una scelta che, nel lungo termine, garantisce  risparmio energetico.

A questo punto la domanda che per logica sorge è: quali sono gli ottimizzatori migliori sul mercato?

Ottimizzatori SolarEdge

Gli ottimizzatori SolarEdge, grazie al costante lavoro di innovazione tecnologica che la casa madre israeliana svolge, sono i migliori che si possono trovare in commercio.

Essendo dispositivi intelligenti, tramite App è possibile monitorare la produzione e tracciare anomalie ed, all’occorrenza, intervenire per risolvere un problema specifico, contribuendo così ad abbreviare le tempistiche di riparazione.

Inoltre, grazie alla funzione SafeDC, un ottimizzatore SolarEdge si distingue anche per sicurezza.

Questa funzione innovativa, infatti, riduce automaticamente l’alta tensione in CC (corrente continua) della stringa dei moduli a livelli di sicurezza ogni volta che l’alimentazione della rete o l’inverter viene interrotta.

Per quanto riguarda il peso, parliamo di un prodotto versatile che si adatta praticamente ad ogni tipologia di copertura, con un peso di max 1 Kg.

In questo modo, un impianto fotovoltaico con ottimizzatori SolarEdge non è solo più efficiente ma, soprattutto, più sicuro.

SolarEdge produce anche inverter fotovoltaici. Il kit completo è una scelta di qualità indiscutibile (Inverter fotovoltaico: quale scegliere?)

Esposizione pannelli solari e rendimento

Per far sì che il rendimento sia sempre al massimo delle potenzialità, un’altro parametro importante è l’esposizione dei pannelli solari.

È necessario che i pannelli fotovoltaici, per esempio, siano posizionati a Sud, con un’inclinazione di 65° e che non vi siano zone d’ombra come, per esempio, alberi, comignoli o parabole.

Grazie agli ottimizzatori SolarEdge il problema ombreggiamenti può essere contrastato con successo. La tecnologia è progettata proprio per ottimizzare il rendimento durante le giornate nuvolose o in presenza di corpi estranei sopra i pannelli fotovoltaici. Così, garantire le migliori prestazioni con ogni condizione climatica e variabile è possibile.

Calcolo e produzione: impianto fotovoltaico

Nella scelta di un impianto fotovoltaico, è necessario effettuare un calcolo di produzione stimata, per decidere quali moduli fotovoltaici acquistare.

L’analisi del rendimento è molto semplice ed è:

(Potenza\Superficie\1000) x100 = Rendimento %

Questa regola fornisce un dato essenziale: il rendimento in percentuale. Ovvero, quanta energia solare viene catturata dal pannello e può essere trasformata in energia.

Le aspettative di risparmio energetico variano sulla base di molteplici fattori, strettamente legati alle abitudini di consumo, ma quelle legate alla produzione di energia, è possibile prevederle, a grandi linee,  in fase progettuale.

Produzione annua fotovoltaico

La produzione annua del fotovoltaico varia molto dalla zona in cui viene installato l’impianto e dal periodo dell’anno

Per fare un esempio, la produzione media mensile del fotovoltaico va da un minimo di 210 kWh/mese a dicembre a un massimo di 460 kWh/mese a luglio. Poi, ovviamente, dipende dal pannello scelto.

Per quanto riguarda la produzione annua, in Italia, troviamo:

  • Zona settentrionale: 1000-1100 kWh
  • Zona centrale: 1200-1300 kWh
  • Zona meridionale: 1400-1500 kWh

Produzione fotovoltaico: Italia, paese del sole

La produzione del fotovoltaico in Italia, il Paese del Sole, è davvero soddisfacente.

Rispetto al primo semestre del 2021, nel 2022 la penisola ha registrato un aumento del 193% del fotovoltaico, con 1061 MW installati (per saperne di più, clicca qui).

Di questi, la maggioranza degli impianti fotovoltaici residenziali, ma anche gran parte dei siti industriali, sono dotati di ottimizzatori di potenza.

In conclusione, gli ottimizzatori di potenza, per un pannello fotovoltaico, rappresentano il non plus ultra della tecnologia, aumentano il rendimento e costituiscono un elemento chiave a cui è preferibile non rinunciare. Parola degli esperti.

 

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora