La rinascita del turismo italiano passa per la Tax Credit Alberghi, un’agevolazione riservata alle attività che operano nel settore dell’accoglienza  e che vogliono effettuare lavori di riqualificazione e miglioramento delle strutture turistico–ricettive. Alberghi, agriturismi, villaggi e non solo, possono essere abbelliti, resi più efficienti e messi in sicurezza beneficiando di un credito d’imposta del 65%. Tema caldo quello dei preparativi del settore turistico per l’Estate 2021, che con questa Legge riserva incentivi fiscali finalizzati al risparmio energetico da non perdere. Conosciamo pertanto, più da vicino, il più consistente tra i bonus fiscali attualmente in vigore, dedicati al settore vacanze: la TAX CREDIT ALBERGHI.

Tax Credit Alberghi: la legge

La Tax Credit Alberghi, inclusa tra gli incentivi fiscali per aziende ricettive, esiste già da tempo. Viene concessa, dal 2014, (Decreto cultura e turismo – Art. 10 D.L. n. 83/2014, convertito nella Legge n. 106/2014), insieme ad altre agevolazioni, alle strutture ricettive turistico-alberghiere o agrituristiche dislocate su tutto il territorio nazionale. La misura fiscale è stata prorogata dal Decreto Agosto (Art. 79 del DL 104 del 14/08) per interventi effettuati nel 2020/2021 fino ad un massimo di 200.000€. L’obiettivo, agevolare il processo di riqualificazione e l’ammodernamento delle strutture turistiche, arriva al momento giusto per il turismo italiano, fiore all’occhiello di un Paese che vanta bellezze naturali e storiche da sempre apprezzate da tutto il mondo, e conta su un generoso platfond di 15 milioni di euro.

Un bonus per la sostenibilità delle aziende ricettive

Quali strutture possono rientrare nel bonus, e quale tipologia di interventi sono ammessi? Di seguito una sintesi utile ai proprietari di alberghi e strutture ricettive, per pianificare progetti di trasformazione sostenibile per aziende ed efficientamento energetico nei prossimi mesi.

Beneficiari (attività partecipanti)

  • alberghi
  • villaggi turistici
  • residenze turistico-alberghiere
  • strutture individuate come “alberghiere” dalle norme regionali
  • agriturismi
  • stabilimenti termali (per piscine e attrezzature a uso termale)
  • strutture ricettive all’aria aperta (campeggi, villaggi turistici e aree di sosta).
    Tax credit alberghi incentivi fiscali strutture ricettive

    Tax credit alberghi tra gli incentivi fiscali previsti dalla Legge di Bilancio 2021 per le strutture ricettive.

Spese ammissibili al TAX CREDIT Alberghi

  • ristrutturazione edilizia;
  • manutenzione straordinaria;
  • restauro e risanamento conservativo;
  • eliminazione delle barriere architettoniche;
  • incremento dell’efficienza energetica (inclusa l’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo per risparmio energetico);
  • acquisto di mobili e complementi d’arredo;
  • miglioramento e adeguamento sismico;
  • componenti di domotica e automazione negli ambienti;
  • facilitazione dell’accessibilità, attraverso opportune tecnologie;
  • acquisto di porte, infissi e altri serramenti.

Fruizione del beneficio fiscale

Il credito di imposta per alberghi è utilizzabile esclusivamente in compensazione e può essere fruito in un’unica soluzione. Tradotto in termini pratici, sarà possibile recuperare il 65% della spesa sostenuta l’anno successivo alla presentazione della domanda. L’assegnazione avviene tramite Click Day, fino ad esaurimento dei fondi, ovvero in ordine cronologico. Al momento, tra gli albergatori c’è fermento e aria di ripresa: da un parte si attende con ansia la comunicazione della Data di apertura del bando, dall’altra, si avviano progetti di efficientamento energetico da presentare per l’ottenimento del bonus che, ricordiamo, è cumulabile con il Credito d’Imposta del 10% per beni strumentali.

Credito d’imposta per aziende. Nasce il Piano Transizione 4.0 previsto dalla Legge di Bilancio 2021

Soggetti esclusi

Il Bonus Tax Credit Alberghi non è valido per attività avviate dopo l’1/1/2012, che presentino difformità dal punto di vista urbanistico, o che dispongano di un numero di alloggi inferiore a 7.

A chi rivolgersi

Cosa fare allora, se la propria attività turistica ha le carte in regola per ottenere il bando?

Prima fase, individuare gli interventi migliorativi di cui necessita la tua struttura, ad esempio l’installazione di un impianto fotovoltaico per abbattere i costi di energia elettrica, richiedendo una diagnosi energetica che evidenzi le necessità della struttura.

Seconda fase, scegliere i fornitori di fiducia pianificando senza indugio i lavori da effettuare.

La TAX CREDIT Alberghi 2020/2021 è un’opportunità imminente, concreta e vantaggiosa. Il risparmio energetico sarà tuo alleato, ti aiuterà a ripartire come impresa sostenibile.

 

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora