Aziende ad Economia Circolare: passi concreti verso la sostenibilità

Al centro dell’attenzione nel mondo delle aziende, l’economia circolare è uno degli argomenti più discussi degli ultimi dieci anni. Il concetto, spesso associato al tema dello smaltimento dei rifiuti, è molto più esteso di quanto sembra e l’ambito di applicabilità va ben oltre il fine vita di un prodotto: meccanismo di produzione, scelta del materiale e infine, processo di riciclo.
Non si può parlare di economia circolare senza parlare di ecosostenibilità, dato che ci riferiamo a un modello di economia autorigenerante che prevede un ciclo infinito che utilizza risorse finite (da qui il termine “circolare”), riducendo lo sfruttamento delle risorse ambientali, l’emissione di co2 e l’inquinamento generato dai rifiuti in plastica.
Ecco perciò, che parliamo di condivisione, prestito, riutilizzo, riqualificazione, riparazione, ricondizionamento e riciclo.

Modello economicoAzioni amicheClassificazione
economia lineareprendere

produrre

distribuire

consumare

smaltire

buttare

tradizionale
economia circolare

condividere

noleggiare

riutilizzare

riparare

ristrutturare

riciclare

riqualificare

rigenerare

riprodurre

innovativo e sostenibile

Economia circolare: nascita e diffusione

La nascita della green economy è riconducibile al 1970, quando diversi movimenti accademici iniziarono a pensare soluzioni per contrastare i cambiamenti climatici causati dai nostri modelli di comportamento. E’ dal sociale quindi, che inizia la storia del “cambiamento” che va a braccetto con la transizione energetica.
L’anno che segna l’affermazione concreta è il 2010, con la nascita della Fondazione EllenMacarthur, pioniera della green economy che opera con aziende, università, responsabili politici e istituzioni a livello internazionale con la mission di accelerare la transizione verso un’economia circolare.

Economia circolare vs Economia lineare

A differenza del tradizionale modello di economia lineare a cui siamo stati abituati dove un prodotto, una volta utilizzato, viene smaltito come rifiuto, il sistema “circular economy” prevede la rilavorazione dei materiali di cui è costituito ogni manufatto, in un nuovo ciclo produttivo che può avere come risultato un prodotto totalmente diverso da quello iniziale, composto con materiali che continuano a “vivere” sotto diverse forme.

Risultato? Meno rifiuti, meno spreco, nuovo valore creato.

Economia lineare VS Green economy.

Economia lineare VS Green economy.

L’economia circolare genera quindi risparmio, dando continuità all’utilizzo di materie prime, ma questo è solo uno dei vantaggi.

Un modello di economia green consente di ottenere:

  • riduzione dell’impatto ambientale;
  • approvvigionamento di materie prime sicuro;
  • maggiore competitività;
  • spinta all’uso di tecnologie innovative;
  • risparmio economico sui costi di produzione e gestione;
  • superiore qualità e durata dei prodotti.

Economia circolare e le direttive UE sulla gestione dei rifiuti

Il valore dell’economia circolare è indubbio, al punto che progetti per promuovere questo modello di business, figurano tra gli argomenti principali posti sul tavolo della Commissione Europea. Il 2 dicembre 2015 la Commissione ha presentato un piano d’azione per diffonderla attraverso un percorso che prevede quattro proposte di legge riguardanti tutto il ciclo di vita dei prodotti: rifiuti, discariche, riutilizzo e riciclaggio, da raggiungere entro il 2030. I Paesi membri avranno l’onere di riciclare almeno il 70% dei rifiuti urbani e l’80% dei rifiuti da imballaggio, e sarà vietato smaltire nelle discariche tutto ciò che è biodegradabile e/o riciclabile. Un passo avanti, non c’è che dire.

Riciclo della plastica.

Riciclo della plastica. Foto di 3D Animation Production Company da Pixabay

Anche nel nostro paese si segue attivamente questo percorso. Infatti, con il D.L. 116 del 29/09/2020, dal 1° Gennaio 2021 è in vigore la nuova disciplina sui rifiuti assimilabili (speciali e urbani), norma legislativa che fa da input al passaggio verso la green economy.
Nel 2019 l’Italia si è classificata prima tra i paesi europei, superando Regno Unito e Germania, nella gestione dei rifiuti ambientali. I numeri ci riconoscono il merito, con solo 30 milioni di tonnellate di rifiuti prodotti, ovvero 500 kg per ogni cittadino.
Più in generale, l’Europa ha contato 225 milioni di tonnellate di rifiuti urbani prodotti e 107 milioni di tonnellate di rifiuti riciclati. Praticamente, in Europa, nel 2019, su 2 tonnellate di rifiuti una è stata riciclata (Dati Eurostat).
Adeguarsi a questo cambiamento richiederà piani precisi verso la transizione ecologica da parte di imprenditori, e le aziende italiane potranno mostrare maggiormente la propria responsabilità ambientale.

Economia circolare: inizia a produrre energia rinnovabile con un impianto fotovoltaico

I pilastri fondamentali su cui poggia un’economia sostenibile sono 4:

  • ENERGIA RINNOVABILE
  • MATERIALI RICICLABILI
  • TECNICHE DI PRODUZIONE
  • METODI DI RICICLO

Perciò, come puoi creare valore al tuo business tramite una gestione ad economia circolare?

Sempre più aziende puntano al risparmio energetico tramite un impianto fotovoltaico.

Il primo passo è la fase produttiva, che deve necessariamente contare su fonti energetiche rinnovabili.
Utilizzare energie rinnovabili per i processi produttivi industriali vuol dire due cose: risparmiare ed essere autonomi; due punti di forza di un’azienda che incidono sulle voci di costo e sull’efficienza.
Un’azienda che installa un impianto fotovoltaico al servizio della propria attività, sta compiendo il primo passo per passare all’economia circolare.
Per questo, le istituzioni hanno previsto anche per tutto il 2021 incentivi fiscali importanti per agevolare la transizione energetica delle aziende energivore e non.
Il passaggio obbligato al mercato libero dell’energia ha reso ancora più necessario per gli imprenditori conoscere il grado di efficientamento energetico della propria azienda tramite una diagnosi energetica e la pianificazione di interventi per migliorarlo.
Una volta che si è diventati produttori autonomi di energia pulita, sarà più economico produrre in ottica di recupero e riutilizzo delle singole parti alla fine del ciclo di vita, adottare tecnologie innovative e valorizzare gli scarti riducendo gli sprechi.

SunPower Maxeon Technologies: un esempio di azienda ad economia circolare

Una delle scuole di pensiero legate alla green economy è nota con il nome Cradle to cradle. Essa prevede che tutti i materiali del processo produttivo e commerciale, debbano essere ‘nutritivi’ per poter essere continuamente riutilizzati. Non esiste quindi più il concetto di rifiuto, perché “rifiuto è nutrimento”. Basata esclusivamente sull’energia rinnovabile e sull’impatto ambientale delle azioni produttive, questa è la scuola di pensiero adottata da tempo da SunPower Maxeon Technologies, azienda americana che produce moduli fotovoltaici ad alta performance, che Valore Solare ha scelto come partner fornitore per tutti gli impianti, siano essi di tipo residenziale o aziendale.

SunPower Maxeon Technologies

SunPower Maxeon Technologies: la prima tecnologia al mondo ad avere ottenuto la certificazione Cradle to Cradle.

SunPower, è stata infatti la prima azienda al mondo ad aver ottenuto la certificazione denominata Cradle to Cradle Bronze per la produzione dei pannelli fotovoltaici Maxeon. Per ricevere questa certificazione, i pannelli sono valutati secondo rigorosi criteri di pratiche sostenibili in base ai seguenti aspetti: sicurezza dei materiali per la salute, riutilizzo dei materiali, utilizzo di energie rinnovabili, gestione idrica ed equità sociale.

Le soluzioni di Valore Solare per favorire la tua Green Economy

Per un’impresa, investire nella green economy significa sostanzialmente intervenire sugli impianti di produzione energia ma anche sui macchinari e sull’efficientamento energetico globale dei siti produttivi. Quali potrebbero essere le sfide da affrontare?
Questa fase richiede il suo tempo, e comporta la quantificazione di un budget per gli investimenti programmati ed eventualmente la richiesta un finanziamento. In questo Valore Solare offre ai titolari d’impresa soluzioni vantaggiose per l’installazione di impianti fotovoltaici industriali e sistemi di accumulo energetico con 3 formule interessanti:

• Leasing fotovoltaico
• Noleggio operativo fotovoltaico
• Finanziamenti agevolati

Oltre a ciò, se stai pensando ad un impianto fotovoltaico aziendale, puoi richiedere al nostro team una diagnosi energetica personalizzata.
Per un approfondimenti delle nostre soluzioni senza anticipo dedicate alle aziende clicca qui o richiedi informazioni direttamente a un esperto.
Sviluppare l’Economia Circolare è la strada per promuovere la sostenibilità di imprese, comportamenti personali, comunità energetiche e smart cities.

Questa marcia prosegue inarrestabile: come imprenditore, devi solo iniziare.

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora