Rigenerazione urbana: quali sono le città più sostenibili?

Il mondo si sta muovendo verso città sostenibili e più green, grazie alle fonti di energia rinnovabile e alla rigenerazione urbana, con esempi virtuosi per quanto riguarda la mobilità sostenibile e il benessere delle persone.

Scopriamo insieme quali sono le città nel mondo che si sono distinte in questo 2022 per le loro politiche di sviluppo sostenibile (per saperne di più, clicca qui).

Le 10 città più ecosostenibili al mondo

Per questa classifica, prendiamo in esame il Sustainable Cities Index 2022, uno studio di Arcadis, società di consulenza e progettazione nell’ingegneria civile e ambientale.

In questo documento, la società stila una classifica prendendo in esame tre pilastri fondamentali dello sviluppo sostenibile:

  • Pianeta
  • Persone
  • Profitto

Arcadis mette in luce come la prosperità di una città vada oltre il profitto. Infatti, la sostenibilità guarda oltre lo sviluppo economico, per concentrarsi sull’impatto ambientale delle città e sul tenore di vita delle persone.

Prendendo in esame questi tre aspetti, le prime 10 città risultate più sostenibili sono:

  1. Oslo
  2. Stoccolma
  3. Tokyo
  4. Copenaghen
  5. Berlino
  6. Londra
  7. Seattle
  8. Parigi
  9. San Francisco
  10. Amsterdam

L’Europa domina la classifica, ritenuta meritevole in tutti e tre gli aspetti. Andiamo a vedere nello specifico le città sul podio e perché si sono guadagnate il loro posto in questa classifica.

Oslo Verde: sostenibilità a tutto tondo

Con il termine Oslo Verde, la stessa capitale della Norvegia evidenzia come non manchi il rispetto per l’ambiente e la vita delle persone.

Tutti condividono lo spirito green di sostenibilità, dai ristoranti che servono prodotti biologici alle aziende impegnate nello sviluppo urbano ecosostenibile.

Uno degli ultimi progetti è quello che riguarda la nascita di un Campus eco-sostenibile, costruito con materiali ecosostenibili e rispettando tutti i dettami della bioedilizia, compresa l’energia prodotta con il fotovoltaico.

Stoccolma: spazio al quartiere ecologico

Un’altra capitale del Nord Europa sul podio, anche se da sempre domina le classifiche per quanto riguarda la sostenibilità, avendo ridotto le emissioni di CO2 del 25% già nel 1990.

Il suo quartiere più famoso, l’Hammarby Sjöstad, è completamente sostenibile, dalla gestione dei rifiuti all’autosufficienza energetica, ottenuta grazie alle fonti di energia rinnovabile.

La città è allineata con gli obiettivi dell’Agenda 2030, investendo su progetti che possano rendere non solo uno ma tutti i quartieri della città sostenibili e indipendenti energicamente.

Tokyo: un esempio di smart city

Tokyo, capitale tecnologica del Sol Levante, è l’unica città asiatica a raggiungere le prime posizioni.

Questo perché è una delle smart cities più funzionali, con soluzioni tecnologiche per far fronte ai problemi dei cittadini (Smart cities: le opportunità e le sfide della rigenerazione urbana).

Inoltre, grazie al programma Tokyo Zero Emissioni, il quale mira a rendere la città a emissioni zero entro il 2050, oltre ad aver conseguito la più alta onorificenza “A-List” dal CDP, per la trasparenza e azione a favore dell’ambiente.

Tutto ciò per favorire la sostenibilità ambientale e garantire un futuro migliore al mondo.

Copenaghen: mobilità sostenibile

Torniamo in Europa e parliamo di Copenaghen, la capitale danese famosa per le biciclette e le aree verdi.

La città ha fatto suo il concetto di mobilità sostenibile, con servizi di bike sharing e piste ciclabili che si diramano per tutto il territorio urbano.

Inoltre, grazie al paino strategico PLUSnet, mira a diventare “carbon neutral” entro il 2025 (per saperne di più, clicca qui).

Berlino: sostenibilità e turismo consapevole

Berlino è una città dove tutti tengono molto alle tematiche ambientali e, per questo, sostengono un tipo di turismo attento all’ambiente, dai ristoranti vegetariani e vegani fino ad arrivare a hotel costruiti in bioedilizia.

Inoltre, è proprio nella capitale tedesca che si tiene, ogni anno, la fiera Greentech, imperdibile per i professionisti nel settore della sostenibilità ambientale.

Londra: la nuova capitale green del continente europeo

Le recenti politiche inglesi mirano molto sulla sostenibilità e sull’innovazione tecnologica e, in effetti, Londra potrebbe essere la città più green del continente europeo.

Una delle tecnologie più interessanti riguarda l’utilizzo dei Green Blocks, dei mattoni completamente riciclabili, forati e al cui interno crescono piante e fiori. Una vera svolta nel mondo dell’architettura sostenibile.

Seattle: potenza all’idroelettrico

Spostiamoci negli Stati Uniti, nello stato di Washington. Seattle è un buon esempio di sostenibilità, con l’obiettivo di diventare presto “carbon neutral”.

Ampio spazio, qui, lo ha l’idroelettrico, con canali che scorrono lungo tutto il territorio urbano e per lo Stato, fornendo energia pulita e rinnovabile.

Parigi: un quartiere a impatto zero

La capitale parigina dai suggestivi tetti blu accoglie sempre nuove sfide quando si tratta di sostenibilità e innovazione tecnologica.

Nascerà fra le sue strade, infatti, il primo quartiere a impatto zero: Porte du Montreuil.

Quest’esigenza nasce per abbassare l’impronta ecologica della città e, in questo quartiere in sviluppo, si stanno adottando soluzioni innovative per quanto riguarda la mobilità sostenibile e gli spazi verdi, oltre a un accurato utilizzo della bioedilizia.

San Francisco: un’ottima politica di riciclo

San Francisco è sempre stata una delle capitali americane più attente alle tematiche ambientali e, soprattutto, a quelle riguardanti il riciclo e l’economia circolare.

Infatti, la città riesce a riciclare l’80% dei suoi rifiuti, grazie anche a un’efficacia campagna di sensibilizzazione per i suoi cittadini.

Inoltre, è la sede di SunPower, l’azienda leader nel settore per quanto riguarda il fotovoltaico, che punta a portare l’energia pulita del sole nelle case di tutto il mondo.

Amsterdam: più soluzioni per la sostenibilità

Terminiamo il nostro viaggio intorno al mondo con la capitale olandese, Amsterdam.

È una città che punta molto sulla mobilità sostenibile, soprattutto nelle bici e nelle conseguenti piste ciclabili, riuscendo a ridurre così l’inquinamento atmosferico.

Inoltre, grazie al progetto Amsterdam Smart City, la città mira a essere più intelligente, con nuove innovazioni nel campo della mobilità, degli open data e dell’efficienza energetica.

Rigenerazione energetica: case ecosostenibili

Le tre città sul podio mettono in risalto anche l’importanza delle case ecosostenibili, con programmi atti a incentivare la riqualificazione energetica di edifici esistenti.

Questo perché anche le persone che le popolano sono interessate ai temi ambientali e si attivano per contribuire a rendere l’economia più circolare e fare attenzione agli sprechi.

L’utilizzo del fotovoltaico, per esempio, è diffuso, anche in complessi aziendali e progetti volti proprio ad abbassare l’impronta ecologica data dall’attività umana e aumentare così il benessere delle persone che la popolano.

Parleremo più nel dettaglio di che cosa vuol dire rigenerazione urbana, nella definizione, in un prossimo articolo; quindi, non perdete gli aggiornamenti nel nostro blog.

 

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora