Mobilità elettrica: incentivi 2024 per auto e colonnine di ricarica

Dal 2022, l’Italia ha messo in atto, per la mobilità elettrica, degli incentivi fiscali per favorire la transizione verde dei mezzi di trasporto.

Anche quest’anno, la mobilità elettrica presenta incentivi per il 2024 sia per quanto riguarda le auto elettriche che l’installazione di colonnine di ricarica, private e per i condomini.

Conoscere le agevolazioni è fondamentale per scegliere di passare all’elettrico in tutta tranquillità.

Mobilità elettrica: incentivo auto elettriche e ibride

In questo 2024 l’incentivo per le auto elettriche si è fatto attendere ed è di pochi giorni fa la conferma della sua attuazione.

Si dovrà aspettare la prima settimana di maggio per l’aggiornamento del portale per presentare la domanda, ma è confermato che seguirà lo stesso procedimento del 2022 e del 2023.

Il Decreto stanzia:

  • 240 milioni per la fascia tra 0 e 20 g/km di emissione di CO2
  • 150 milioni per la fascia tra 21 e 60 g/km di emissione di CO2
  • 283 milioni per la fascia tra 61 e 135 g/km di emissione di CO2

Come per gli scorsi anni, il programma di incentivi prevede la rottamazione di auto da Euro 1 a Euro 4, ma anche Euro 5 nel caso di acquisto di suto full Electric o ibride plug-in fino a un ISEE di 30.000 euro.

Il veicolo interessato alla rottamazione deve essere di proprietà del beneficiario o di un familiare da almeno 12 mesi e la nuova auto deve restare di proprietà sempre per almeno 12 mesi.

Un’altra novità riguarda il contributo per l’installazione di impianti nuovi a metano o a Gpl su auto omologate in una classe non inferiore all’Euro 4.

Rispettivamente, l’incentivo è pari a:

  • 400 euro per il Gpl
  • 800 euro per il metano

Mobilità elettrica: perché è importante?

Quest’incentivo che lo Stato mette a disposizione per incentivare la mobilità elettrica è fondamentale per la lotta al cambiamento climatico.

Il trasporto è uno dei settori, insieme a quello edilizio, che contribuiscono di più all’inquinamento atmosferico e, di conseguenza, al cambiamento climatico.

Per questo, è importante cominciare a rivoluzionare il proprio modo di spostarsi.

La mobilità sostenibile è un tema caro alla transizione energetica, e consiste non solo nel potenziare le strutture urbane come piste ciclabili e mezzi di trasporto pubblici, ma dovrebbe interessare ogni cittadino.

Ma come fare per rendere il tutto più conveniente anche per i privati?

Mobilità elettrica: bonus colonnine di ricarica in casa e in appartamento

Se è vero che la diffusione delle colonnine di ricarica è disomogenea nel territorio, è altrettanto vero che le installazioni stanno aumentando e che si può sempre installare una colonnina di ricarica nella propria abitazione o nel proprio condominio.

Leggi i dati del 2023 sulla diffusione delle colonnine di ricarica

Proprio per questo, vi è un bonus colonnine di ricarica che interessa le case private e i condomini.

Se le prenotazioni erano attive dalle ore 12 del 15 febbraio 2024 fino al 14 marzo 2024 sul portale di INVITALIA per le installazioni del 2023, quelle che partono dal primo gennaio 2024 potrebbero essere comprese tra il 7 e il 21 novembre 2024.

Quindi, ancora non si sa una data certa ma si aspettano comunicazioni ufficiali a breve.

Il bonus colonnine elettriche prevede un incentivo a fondo perduto pari all’80% delle spese di acquisto e installazione di una wall box:

  • Per privati di tipo MODO 3
  • Per condomini fino a 22 kW di potenza in trifase

Il bonus concesso è:

  • Massimo di 1.500 euro per persona fisica
  • Massimo 8.000 per un condominio

L’incentivo verrà corrisposto sotto forma di rimborso, quindi tramite bonifico.

Le spese ammissibili sono:

  • Acquisto e messa in opera dell’infrastruttura di ricarica
  • Spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza, collaudi
  • Costi per la connessione alla rete elettrica

Per essere ammissibili e beneficiare del bonus colonnine, queste devono essere:

  • Nuove di fabbrica
  • Con una potenza standard
  • Collocate sul territorio italiano e in aree nella piena disponibilità dei soggetti beneficiari
  • realizzate secondo la regola d’arte ed essere dotate di dichiarazione di conformità ai sensi del decreto ministeriale n. 37/2008.
  • Ad uso esclusivo privato per quanto riguarda le richieste da persone fisiche.
  • Ad uso collettivo da parte dei soli condomini per le richieste degli stessi.

Quindi, grazie al bonus colonnine e agli incentivi per le auto elettriche o ibride, si potrà davvero fare qualcosa per la transizione verde.

Wall box di ricarica auto elettriche: guida alla scelta

Inoltre, dotare la propria casa o il proprio condominio di un impianto fotovoltaico, permette di ricaricare l’auto con l’energia pulita del sole.

In questo modo, la mobilità, oltre che elettrica, sarà davvero sostenibile, contribuendo ad abbassare ancora di più la propria impronta ecologica.

Vuoi saperne di più? Richiedi ora una consulenza gratuita e comincia il tuo viaggio nel mondo della sostenibilità e del risparmio energetico.

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *

    Cognome *

    Email *

    Città *

    Telefono *

    Consumi *

    Chiama ora