L’inverno è alle porte e l’aumento del costo del gas preoccupa milioni di persone. Le bollette schizzeranno alle stelle ed è conveniente prepararsi per tempo per abbattere i consumi e risparmiare.

Per affrontare la stagione fredda, ecco 6 consigli utili per risparmiare sul costo del gas:

  • Sostituzione vecchia caldaia
  • Scelta dei radiatori
  • Cucina a induzione
  • Serramenti
  • Domotica
  • Regolazione e comfort

Per sapere come ridurre l’uso del gas, analizziamo punto per punto queste 6 misure che si possono adottare.

 

La sostituzione della vecchia caldaia 

Una delle cause principali degli elevati consumi di gas è la caldaia. Se si possiede, infatti, una vecchia caldaia, le bollette potrebbero davvero essere elevate, in quanto richiedono un maggior dispendio di gas.

Sostituire la vecchia caldaia con i nuovi modelli a condensazione potrà portare a risparmiare sul costo del gas, fino al 30%.

La caldaia è il cuore del riscaldamento di una casa ed è lì che è necessario agire quando si vuole abbattere il costo del gas, per contrastare la crisi energetica che ci si appresta a sostenere.

Un’altra alternativa può essere l’installazione di una pompa di calore.

Pompe di calore

Le pompe di calore possono essere un valido alleato per abbattere i costi del gas e risparmiare, in quanto utilizzano energia elettrica per raffreddare e riscaldare la casa, oltre a poter fornire anche acqua calda.

Si tratta anche di una scelta ecologica, in quanto non sono necessari combustibili fossili per attivarla.

Le sostanze che produce una pompa di calore sono a basso impatto ambientale, nettamente inferiori a quelle emessi da una vecchia caldaia (per saperne di più, clicca qui).

 

La scelta dei radiatori

I termosifoni, purtroppo, sono ancora il metodo più utilizzato per riscaldare la propria abitazione e per questo è importante che siano oggetto di regolare manutenzione, così come impone la normativa.

Infatti, radiatori danneggiati, usurati o troppo vecchi possono portare a dei malfunzionamenti, per cui si rende necessario consumare più gas per scaldare uno spazio.

Per questo, sostituire i vecchi radiatori in ghisa con modelli più recenti in alluminio o acciaio, non solo renderà il riscaldamento più efficiente, ma sarà anche migliorativo dal punto di vista estetico.

Il calore si distribuirà in modo migliore negli spazi ed eviterà inutili dispersioni, così da poter risparmiare sul costo del gas.

Un’altra alternativa potrebbe essere il pavimento radiante.

 

Il pavimento radiante

Il pavimento radiante è una delle ultime tecnologie nel campo del riscaldamento domestico.

Può essere impiegato con sistemi elettrici o idronici, con il fluido che passa sotto la struttura. Entrambe, rappresentano soluzioni che limitano o annullano del tutto l’uso del gas, così da risparmiare ancora di più sulle bollette, almeno del 10-15%.

Il riscaldamento a pavimento è, inoltre, una maniera intelligente per recuperare spazio in casa, evitando gli ingombranti radiatori.

Soprattutto, è una scelta sostenibile per l’ambiente (per saperne di più, clicca qui).

 

La cucina ad induzione

La tecnologia no gas è arrivata anche in cucina. Il sistema che privilegia la cucina ad induzione, nello specifico, è sempre più utilizzato per risparmiare sul costo del gas.

Infatti, la piastra a induzione non utilizza il gas ma l’energia elettrica, andando a creare un campo elettromagnetico che scalda il fondo della pentola o della padella e, in questo modo, trasferisce calore.

Si tratta di una soluzione elegante e raffinata, che potrà portare anche quel tocco di design alla cucina, senza che manchi la qualità e il risparmio energetico, in quanto la piastra a induzione è solitamente composta da una lamina nera di vetro resina (per saperne di più, clicca qui).

 

L’importanza dei serramenti 

Il risparmio energetico passa anche da serramenti di qualità, che sappiano trattenere in maniera efficiente il calore e, per questo, evitare dispersioni di energia.

Sostituire i serramenti, quali porte e finestre, con soluzioni più moderne, ad esempio dotandosi di finestre a doppio vetro, garantirà di non far entrare l’aria fredda invernale e, in questo modo, non pesare troppo sull’impianto di riscaldamento.

In mancanza di possibilità di sostituire i serramenti, si può ovviare cambiando le guarnizioni e dotandosi di para spifferi per le porte, di modo da lasciare il calore all’interno dell’edificio.

Un aspetto importante è certamente anche adottare delle misure per l’isolamento termico.

L’isolamento termico 

Il costo del gas può essere diminuito adottando delle misure per l’isolamento termico.

Questo si attua, solitamente, costruendo un cappotto termico sul tetto dell’abitazione, che aiuterà a disperdere meno il calore e a conservare la temperatura nei mesi freddi, garantendo poco scambio di calore con l’esterno.

È utile non solo d’inverno, ma anche d’estate, per evitare che le temperature torride dell’ambiente esterno vadano a intaccare troppo la temperatura standard dell’interno dell’abitazione.

 

L’utilità della domotica

Per tenere monitorati i consumi e la temperatura, dotarsi di piccole soluzioni di domotica può davvero fare la differenza.

Un termostato intelligente, infatti, potrà rivelarsi fondamentale per controllare la temperatura, anche da remoto, così da azionare il riscaldamento, ad esempio, un’ora prima di rientrare a casa.

Questo permetterà di avere sempre il controllo sui consumi, per risparmiare sul costo del gas. Ma, la domotica è utile per il risparmio energetico in generale, scopri come leggendo il nostro articolo Casa: domotica e smart home.

 

La regolazione e il comfort

Tenere una temperatura costante nella propria abitazione, è utile per evitare picchi di consumi della caldaia.

Una temperatura di 19/20 gradi è sufficiente per garantire il comfort. Se questa è abbinata a buoni serramenti e isolamento termico e un buon impianto di riscaldamento, può davvero fare la differenza nel risparmio sul costo del gas, ma anche per l’ambiente.

È consigliato, infatti, tenere la temperatura costante e non troppo alta, per evitare dispersioni senza rinunciare al comfort di trovare la casa riscaldata durante i mesi più freddi.

 

L’energia elettrica e i suoi plus

L’energia elettrica presenta numerosi vantaggi rispetto al gas e, infatti, sempre più famiglie desiderano rendersi indipendenti dal gas, anche alla luce degli ingenti aumenti in bolletta.

Una casa senza gas non è solo più economica, ma anche più sicura, in quanto si eviteranno dispersioni di gas che sono potenzialmente dannose per la salute (leggi il nostro articolo dedicato alla casa gas free).

Ma, una casa senza gas richiede comunque un dispendio di energia elettrica, ecco perché il fotovoltaico può essere un investimento necessario e conveniente.

 

Il fotovoltaico 

L’energia solare che il fotovoltaico utilizza per alimentare un edificio è pulita e rinnovabile, a differenza dei combustibili fossili.

Questo permetterà di contribuire alla sostenibilità ambientale, utilizzando una fonte di energia rinnovabile potenzialmente inesauribile e potente.

Un impianto fotovoltaico di qualità è la base su cui ci si muove per rendersi indipendenti energicamente e rifarsi sempre di meno all’energia esterna, così da risparmiare notevolmente sulle bollette.

Infatti, tutti i dispositivi elettronici specificati in questo articolo, come la piastra a induzione o la pompa di calore, possono essere alimentati con i pannelli fotovoltaici, portando così anche un notevole risparmio energetico.

In conclusione, tutti i consigli presi in considerazione per risparmiare sul costo del gas hanno un aspetto comune da non sottovalutare: gestire l’energia in maniera intelligente.

Per saperne di più, richiedi una consulenza personalizzata con un professionista di Valore Solare.

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora