Caro bollette: come risparmiare senza fare troppe rinunce

L’inverno è alle porte e con esso anche il caro bollette, che quest’anno porterà i costi dell’energia ad alzarsi, a causa della situazione sociopolitica di questo 2022.

È bene, quindi, prepararsi a questi aumenti cambiando le proprie abitudini energetiche. Questo permetterà di sapere, contro il caro bollette, come risparmiare e ottenere ancora il comfort a cui ci si è abituati in questi anni. Scopriamo come.

La sfida contro il caro bollette: risparmiare si può?

Grazie a dei piccoli accorgimenti, è possibile contrastare il caro bollette e risparmiare, attuando tutti quei comportamenti volti al risparmio energetico, per ridurre in consumi di energia, sia elettrica sia di gas.

Per l’elettricità, ad esempio, con dei piccoli accorgimenti quali:

  • Sostituzione di lampadine alogene con LED
  • Spegnimento luci standby di dispositivi elettronici
  • Regolazione temperatura del frigorifero

È possibile risparmiare fino a quasi 400 euro all’anno. Una bella somma, soprattutto alla luce degli aumenti che caratterizzeranno questa stagione fredda.

Inoltre, anche eseguire una valutazione dei consumi o scegliere accuratamente un fornitore di energia potrà far risparmiare sui costi in bolletta, soprattutto con l’imminente scadenza del mercato tutelato (Caro bollette e fine del mercato tutelato: domande e risposte).

Anche il gas subirà un’impennata. Essendo un gas serra molto nocivo per l’ambiente, per ridurre i suoi consumi è consigliabile ridurne l’utilizzo e passare gradualmente all’elettrico.

Oppure, d’altro canto, adottare una serie di abitudini per consumarne meno e, di conseguenza, risparmiare di più ed essere più sostenibili (Sei mosse per risparmiare sulla bolletta del gas).

Il costo dell’energia nel 2022

ARERA, nel suo Aggiornamento delle condizioni di tutela, in riferimento a questo quarto trimestre del 2022, comunica che l’energia elettrica subirà un aumento del 59% rispetto allo scorso trimestre.

Il costo medio di 66,01 centesimi al kWh, di cui ben l’83,9% è caratterizzato dal costo della materia prima energia.

Per quanto riguarda il gas, dal primo ottobre anche chi è ancora nel mercato tutelato potrà ricevere una bolletta mensile di gas, in quanto il prezzo verrà aggiornato di mese in mese secondo specifici calcoli (per saperne di più, clicca qui).

Si stima che una famiglia tipo italiana avrà un aumento dei costi di circa il 25% di gas.

Risparmio energetico: elettrodomestici o abitudini?

Il risparmio energetico, in questi casi, diventa una vera e propria necessità, che deve partire da piccole azioni quotidiane.

Due possono essere le soluzioni da adottare:

  • Rinnovare i propri elettrodomestici
  • Cambiare le abitudini energetiche

Elettrodomestici a basso consumo

Una soluzione immediata per contrastare il caro bollette, soprattutto quello che riguarderà l’energia elettrica, è certamente quello di sostituire i vecchi elettrodomestici con nuovi dispositivi a basso consumo.

In questo modo, si alzerà la propria classe energetica e si potrà non solo risparmiare ma anche consumare meno energia, favorendo l’ambiente e la sostenibilità.

Ma, a volte, questo non è abbastanza e il cambiamento deve venire da noi.

Abitudini energetiche: come migliorare

Avere delle buone abitudini energetiche è certamente il punto fondamentale su cui concentrarsi se si vuole risparmiare ma, più importante, se si vuole essere più sostenibili e non sprecare energia.

Infatti, l’energia può essere paragonata al cibo, una fonte preziosa che non va sprecata e dispersa, ma va ottimizzata e dovrebbe essere accessibile a tutti.

Per questo, è bene prestare attenzione ai piccoli gesti quotidiani, come:

  • Prestare attenzione alle luci accese
  • Abbassare di uno o due gradi il termostato
  • Fare lavatrici e lavastoviglie a pieno carico

Sono tutti piccoli accorgimenti che, se poi vengono trasformate in abitudini, possono davvero fare la differenza in termini di risparmio energetico e di risparmio.

La nostra impronta sul pianeta è certamente importante, ed è nostro compito imparare ad abbassarla, vivendo nella consapevolezza che l’energia, come il cibo, è un bene collettivo e prezioso e non va sprecato.

Fotovoltaico: amico del risparmio energetico

Per essere davvero sostenibili, autoprodurre la propria energia elettrica tramite un impianto fotovoltaico è la soluzione ideale.

Il fotovoltaico presenta numerosi vantaggi, che faranno risparmiare sul costo dell’energia elettrica.

Infatti, al giorno d’oggi è:

  • Accessibile a tutti
  • Promosso da incentivi statali
  • Fonte di energia rinnovabile

In questo modo, si potrà davvero contribuire alla sostenibilità ambientale e il risparmio energetico sarà evidente già dalle prime bollette.

Ma come fare per sfruttarlo al meglio?

Risparmiare con i pannelli fotovoltaici: come utilizzare bene il tuo impianto

Anche chi possiede già un impianto fotovoltaico, forse non sa che è possibile risparmiare ancora di più con dei piccoli accorgimenti per ottimizzare al meglio l’energia.

Per esempio, è consigliabile sfruttare al massimo le ore di sole, programmando i propri elettrodomestici come lavatrice, asciugatrice o lavastoviglie ad attivarsi nelle ore centrali del giorno.

In questo modo, l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici verrà subito utilizzata, senza la necessità di prelevarne in più dalla rete elettrica nazionale, cosa che invece si farà nelle ore serali e notturne.

Un’altra alternativa, per raggiungere veramente l’indipendenza energetica, è quella di abbinare ai pannelli fotovoltaici una batteria d’accumulo.

In questo modo, l’energia in esubero andrà a ricaricare la batteria, invece di essere reimmessa nella rete, e potrà essere utilizzata nelle ore serali senza rifarsi sulla rete elettrica nazionale.

Un utilizzo consapevole del proprio impianto fotovoltaico potrà portare a un risparmio energetico notevole e contribuirà a rendere la propria casa ancora più sostenibile e green.

 

 

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora