Alleanza dell’Industria Solare Fotovoltaica: Piano REPower Europa

La domanda per il fotovoltaico aumenta e, quindi, la produzione di pannelli solari sta subendo un’impennata.

Da questa esigenza nasce la Solar Photovoltaic Industry Alliance, per far sì che la produzione di pannelli fotovoltaici si sposti quanto più possibile in Europa.

Ma che cos’è di preciso e perché è stato approvato questo progetto? Andiamo con ordine.

Europa e fotovoltaico: Alleanza dell’Industria Solare Fotovoltaica

L’Europa, in questo particolare periodo storico tra scontri e problematiche ambientali, si pone come nuovo obiettivo quello di portare la maggior parte della produzione fotovoltaica nel proprio territorio.

Infatti, ad oggi, la produzione è situata per il 70% in Cina, in quanto lì vi si trova in maggior quantità l’elemento che compone i pannelli solari: il silicio.

Inoltre, le problematiche relative agli scontri in Russia e Ucraina, hanno dato la spinta all’Europa per rendersi più energicamente indipendente e cercare di arginare, così, il caro energia che sta interessando tutti i paesi del Vecchio Continente.

Da queste premesse nasce la Solar Photovoltaic Industry Alliance, in italiano l’Alleanza dell’Industria Solare Fotovoltaica.

Questo progetto è una delle conseguenze della Strategia Europa di maggio 2022 dopo il Piano REPower Europe ed è stato approvato lo scorso 11 ottobre.

Dunque, l’Unione Europea si sta muovendo per riportare il fotovoltaico nel nostro continente, sia per un fattore economico, di risparmio energetico, che per la salvaguardia ambientale, favorendo così il processo di transizione energetica.

L’obiettivo dell’Alleanza dell’Industria Solare Fotovoltaica

30 GW è la potenza di prodotti solari europei che l’Unione Europea si è prefissata di raggiungere entro il 2025.

Ma, non si parla solo di numeri.

L’obiettivo è quello di coinvolgere diversi attori del settore fotovoltaico, come industrie, associazioni di consumatori, istituti di ricerca, ONG e altre parti interessati, così da aumentare la produzione di moduli e componenti fotovoltaici innovativi in Europa.

Infatti, secondo Dries Acke, Policy Director di SolarPower Europe, quest’Alleanza arriva in un momento importante:

“In un panorama di produzione fv competitivo a livello globale, la diversificazione della catena del valore e il potenziamento della produzione europea di energia fotovoltaica rafforzeranno le ambizioni di sicurezza energetica e diffusione dell’energia solare della Commissione europea”.

Piano europeo per una nuova strategia: REPower Europa

Come accennato in precedenza, l’Alleanza dell’Industria Solare Fotovoltaica si inserisce in una precisa strategia europea. Stiamo parlando del REPowerEU.

Il REPowerEu è un piano per:

  • Produrre energia pulita
  • Risparmiare energia
  • Diversificare l’approvvigionamento energetico europeo

È stato istituito a fronte della crisi che sta colpendo l’Est Europa, in particolar modo per rendere l’Europa indipendente dai combustibili fossili russi.

In questo modo, si intende rendere il Continente indipendente energicamente, promuovendo una miglior gestione dell’energia, sia elettrica che riguardante il gas.

REPower Europa: i progetti

REPower Europa, per finanziare i suoi progetti con gli obiettivi specificati in precedenza, necessita di numerosi investimenti.

Tra le fonti di finanziamento figurano:

  • Il meccanismo per collegare l’Europa
  • I finanziamenti delle politiche di coesione
  • Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale
  • Fondo per l’Innovazione
  • Misure fiscali nazionali
  • Banca europea per gli investimenti
  • Investimenti privati

Questo servirà per poter fare in modo che tutti i progetti promossi dal REPowerEU si concretizzino e portino a dei risultati per l’Agenda 2030.

Fotovoltaico e transizione energetica

Come sappiamo, l’Europa sta spingendo molto alla transizione energetica, e sta varando una serie di misure, come quelle che abbiamo visto, per accelerare questo processo.

Il costo dell’energia sta diventando un vero e proprio problema a livello europeo e l’Italia, per esempio, ha puntato molto sul PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

Quello di rendersi indipendenti energicamente è un obiettivo ambizioso ma raggiungibile e portare la produzione dei moduli in Europa potrà portare anche a vantaggio della transizione energetica (Il futuro passa dalla transizione energetica).

Gli Stati hanno infatti accettato calorosamente l’Alleanza dell’Industria Solare Fotovoltaica e il desiderio di autoprodurre energia elettrica è molto forte, sia per il risparmio che per la sostenibilità ambientale.

Il fotovoltaico rappresenta una risorsa, un modo di vedere l’energia come un qualcosa da salvaguardare e usare con accortezza, senza sprechi e con un occhio di riguardo all’impronta ecologica.

In conclusione, il fotovoltaico è il nuovo modo di fare energia che l’Europa ha deciso di incrementare e portare quanto più possibile entro i propri confini, per autoprodurre energia e rendersi così indipendente.

Chiunque, al giorno d’oggi, può contribuire alla transizione energetica installando un impianto fotovoltaico di qualità nella propria abitazione (per saperne di più, clicca qui).

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora