Un nuovo modello di bioedilizia e la riqualificazione degli edifici a basso consumo energetico aprono sempre più scenari di case 100% elettriche. I vantaggi economici e ambientali aumentano se si autoproduce l’energia necessaria a coprire il fabbisogno di riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria con le fonti rinnovabili, ma quali sono le soluzioni possibili e soprattutto le ragioni per cui dire addio al gas e riscaldare casa a costo zero?

L’utilizzo del gas è un classico del nostro secolo, ha consentito un grado di comfort domestico non indifferente in questi decenni, pesando in maniera proporzionale sulle nostre bollette. Oggi, grazie al crescente bisogno di sostenibilità e tutela dell’ambiente, le innovazioni che rendono possibile coprire al fabbisogno energetico in sostituzione del gas non mancano. Puoi decidere se optare per una soluzione ibrida o eliminare del tutto l’utilizzo del gas dalla casa. Quest’ultima soluzione è ciò che oggi si definisce riscaldamento a costo zero.

Tra le soluzioni, approfondiamo insieme i vantaggi delle caldaie a biomassa e delle pompe di calore. Per un approfondimento sugli impianti termici clicca qui. 

No GAS: Caldaia a biomassa

Pellet e legna, sono considerati per il 30% fonti rinnovabili. La comodità di un sistema simile è parziale, dovendo sopperire all’esigenza di depositare il materiale combustibile in casa e ricaricarlo all’occorrenza, oltre che comprarlo quando costa meno.
Importante: le caldaie a biomassa emettono gas serra e polveri sottili. Riducono l’utilizzo del gas, ma non equivalgono esattamente a fare una scelta 100% green, né per la coscienza, né per la salute. Per mantenerle, non vanno trascurati i controlli e la pulizia periodica.

No GAS: Pompe di calore

Come funziona una pompa di calore? Grazie ad un circuito chiuso, un fluido refrigerante passa dalla fase liquida a quella vaporizzata e viceversa. Il calore è presente nell’ambiente e la pompa di calore riesce appunto a trasformarlo in vapore. L’energia elettrica subentra per trasformare nuovamente il vapore allo stato liquido e cedere calore all’impianto. Il ciclo continuo garantisce performance elevate e il massimo comfort.

La pompa di calore rappresenta la soluzione tecnologicamente più avanzata per dire addio al gas. In commercio, i produttori offrono 4 soluzioni:

PDC Aria-Aria: conveniente dove il clima è più mite, ma non sufficiente a coprire l’esigenza di produzione ACS e consigliabile ma solo per riscaldare gli ambienti velocemente.

IMPORTANTE: Una pompa di calore Aria-Aria produce una quantità di energia termica almeno 5 volte superiore rispetto al dispendio di elettricità, offrendoti climatizzazione ideale 365 giorni l’anno e associando un impianto fotovoltaico, la convenienza è praticamente raddoppiata. Da valutare però, lo spazio a disposizione, le normative e la località del sito di installazione.

PDC Aria-Acqua: in questo caso la quota termica di energia viene ricavata dall’aria presente all’esterno dell’abitazione, la quale viene poi utilizzata per il funzionamento dell’impianto. Con questo prodotto soddisfi tutte le esigenze di casa: riscaldamento, raffrescamento, acqua calda sanitaria.

PDC Acqua-Acqua: utilizza l’energia termica che proviene da acque di falda: laghi o fiumi.

PDC Terra-Acqua: la fonte viene dal sottosuolo, quindi parliamo di energia geotermica e di calore che viene catturato e indirizzato all’impianto grazie a speciali sonde disposte nel sottosuolo in orizzontale o in verticale, tramite tecniche di trivellazione.

 

Ragioni per cui dire addio al gas

I vantaggi dell’abbandono dell’utilizzo del gas sono molteplici. Eccone alcuni:

  • Indipendenza energetica
  • Riduzione dei costi in bolletta e se possibile eliminazione del contatore del gas, maggiore risparmio energetico
  • Libertà dagli aumenti periodici e dalla tassazione applicata in bolletta
  • Aumento del comfort abitativo. La praticità di una casa elettrica che attraverso un unico sistema adempie tutte le funzionalità necessarie: energia, climatizzazione e cucina.
  • Efficienza energetica
  • Maggior valore all’immobile
  • Eliminare il gas rende la casa più sicura eliminando il rischio dovuti a fughe di gas.

Una scelta ecologica con risvolti etici, e una presa di posizione a favore della decarbonizzazione, nella battaglia contro l’utilizzo di fonti fossili.

In un’ottica di casa del futuro che offra la possibilità di riscaldare a costo zero, quello dell’addio al gas è un passaggio obbligato che inizia diventando produttori autonomi di energia pulita.

A tal proposito, l’installazione di un impianto fotovoltaico è il prossimo argomento che ti invitiamo ad approfondire tramite una consulenza con un esperto.

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora