Sulla Gazzetta Ufficiale n.322 del 30 dicembre 2020 è stata pubblicata la Legge di Bilancio 2021, che annuncia la proroga al 31 dicembre di quest’anno per le detrazioni fiscali dell’Ecobonus. Con l’Ecobonus il Governo incentiva i lavori per ridurre i consumi energetici degli edifici e per superare i combustibili fossili a vantaggio di fonti rinnovabili, come per esempio l’energia solare.

Come funziona l’Ecobonus

Con l’Ecobonus è possibile usufruire di detrazioni fiscali fino per lavori volti al risparmio energetico. Questa agevolazione, infatti, è indirizzata a chi svolge lavori di ristrutturazione che consentono di raggiungere determinati livelli di risparmio energetico.

L’Ecobonus può essere richiesto da persone, società, associazioni, enti pubblici e privati (che non svolgono attività commerciali), e può essere applicato a lavori su edifici esistenti, ma non alle spese in fase di costruzione.

Ecobonus: quali interventi sono coperti?

La Legge di Bilancio ha stabilito diverse aliquote che cambiano in base all’intervento che si effettua.

Aliquota di detrazione 50%

Copre:

  • Serramenti e infissi;
  • Schermature solari;
  • Caldaie a biomassa;
  • Caldaie a condensazione classe A.

Aliquota di detrazione 65%

Copre:

  • Riqualificazione globale dell’edificio;
  • Caldaie condensazione classe A+;
  • Generatori di aria calda a condensazione;
  • Pompe di calore;
  • Scaldacqua a PDC;
  • Coibentazione involucro;
  • Collettori solari;
  • Generatori ibridi;
  • Sistemi di building automation;
  • Micro-cogeneratori.

Aliquota di detrazione 70%

Copre:

  • Interventi su parti comuni dei condomini (con superficie interessata > 25% di quella disperdente).

Aliquota di detrazione 75%

Copre:

  • Interventi su parti comuni dei condomini con miglioramento della qualità media dell’involucro (con superficie interessata > 25% di quella disperdente).

Aliquota di detrazione 80%

Copre:

  • Interventi su parti comuni dei condomini con riduzione di una classe di rischio sismico (con superficie interessata > 25% di quella disperdente).

Aliquota di detrazione 85%

Copre:

  • Interventi su parti comuni dei condomini con riduzione di due classi di rischio sismico (con superficie interessata > 25% di quella disperdente).

Aliquota di detrazione 90%

Copre:

  • Bonus Facciate.

Detrazione Ecobonus: quali sono i limiti di spesa?

L’accesso all’Ecobonus comporta un importo massimo di spesa, variabile a seconda degli interventi svolti. Nello specifico, i tetti ammontano a:

  • €100.000 per i lavori di riqualificazione energetica;
  • €60.000 per i lavori sull’involucro dell’edificio;
  • €100.000 per installazione di collettori solari termici;
  • €48.000 per l’installazione di pannelli solari fotovoltaici;
  • €30.000 per gli interventi di sostituzione dei climatizzatori invernali con impianti con caldaia a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza o impianti geotermici a bassa entalpia.

Se desideri usufruire dell’Ecobonus, non dimenticare di inviare una comunicazione al portale ENEA entro 90 giorni dal termine dei lavori. Se, invece, hai domande, contattaci e i nostri esperti sapranno risolvere ogni tuo dubbio.

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora