Classificazione energetica degli edifici: criteri e tutto ciò che devi sapere

I dati relativi alla classificazione energetica degli edifici sono molto importanti e sono in grado di far aumentare il valore di un immobile.

La tabella della classificazione energetica

I tecnici specializzati nelle valutazioni energetiche degli edifici vengono chiamati, appunto, classificatori energetici. Gli immobili vengono classificati secondo le direttive di una tabella i cui valori vanno dalla A fino alla lettera G. Essi dipendono dalle verifiche fatte dall’esperto, che analizza:

– Le caratteristiche architettoniche dell’edificio e il suo grado di isolamento termico. A seconda di quanto questo edificio sia in grado di trattenere o meno il calore, viene rilasciato un punteggio.

– Lo stato e il materiale di infissi e porte. Questo aiuta a determinare quanto sia possibile che si verifichino problemi come infiltrazioni d’aria. Il livello di isolamento della casa è un indice dell’efficienza energetica dell’edificio, poiché influenza i consumi.

– La tipologia di impianto elettrico e di riscaldamento presenti nell’edificio, che sono molto importanti per determinare il grado energetico e il livello di ecosostenibilità dell’immobile.

Classificazione energetica degli edifici: come ottenere un valore alto

In fase di ristrutturazione, è molto importante pensare a come rendere l’edificio più efficiente dal punto di vista energetico. Non solo perché, come anticipato, il valore dell’immobile aumenta, ma anche perché riducendo gli sprechi è possibile tagliare le bollette.

Fortunatamente, oggi ci sono diversi incentivi statali che garantiscono detrazioni fiscali a chi effettua interventi volti proprio a migliorare la classe energetica della propria abitazione. Un esempio? Il Superbonus 110%.

I possibili interventi

Infissi di qualità e vetri con gas argon sono in grado di mantenere una temperatura costante in ogni stagione, in tutta casa: in inverno, per esempio, non fanno entrare il freddo dall’esterno, né uscire il caldo. Questo non riguarda solo le finestre, ma anche le porte e, in generale, tutti i punti d’accesso e uscita in un palazzo.

Anche i muri devono avere un buon isolamento e, se non è possibile averlo già quando si acquista l’immobile e se, anzi, vi sono troppe esposizioni a lati umidi, la soluzione è il cappotto termico. Questo intervento aiuta a guadagnare anche fino a due classi energetiche.

Sono importantissimi per la classificazione energetica anche i vari impianti e l’isolamento termico del tetto. Per quanto riguarda gli impianti (elettrici, di riscaldamento e raffreddamento), la strada da percorrere per avere un edificio efficiente dal punto di vista energetico e, quindi, di alta classe energetica, è quella del fotovoltaico. Ridurre i consumi e passare alle energie rinnovabili aiuta anche a salvaguardare il pianeta. Del resto, un’alta percentuale dell’anidride carbonica presente nell’atmosfera viene prodotta proprio in casa.

Installare un impianto fotovoltaico non solo aiuta a raggiungere la classe A della tabella della classificazione energetica, ma assicura anche notevoli risparmi.

Le energie rinnovabili migliorano il futuro: scegli il fotovoltaico e affidati agli esperti di Valore Solare.

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora