Quando si parla di sistemi di accumulo per fotovoltaico, il prodotto di riferimento è solo uno, e non può che essere Tesla Powerwall. A meritare particolare attenzione è il vero cervello del sistema, cioè il Gateway. Si tratta del componente che raccoglie tutti i dati che provengono dai sensori di impianto e si occupa anche della loro interpretazione e del regolamento del funzionamento della batteria. Ultimo step, ma non per importanza, il Gateway trasmette anche i dati al portale di monitoraggio: è così che diventano accessibili all’utente, comodamente dalla app.

Il monitoraggio da remoto

Ogni singolo Gateway è in grado di gestire fino a 10 batterie allo stesso tempo: ha un collegamento dati con ciascuna di esse ed è così capace di comandarne il funzionamento.

È fondamentale che il sistema sia collegato a internet: il Gateway dispone di 3 diverse possibilità di connessione – LAN, WiFi e rete cellulare con SIM Tesla. In questo modo è possibile il monitoraggio da remoto: i proprietari possono gestire il loro impianto fotovoltaico ovunque si trovino, a qualsiasi ora del giorno e della notte – è sufficiente che abbiano con sé il proprio smartphone.

App Tesla Powerwall

Disponibile per dispositivi iOS e Android, l’app Tesla consente di monitorare e controllare a distanza il proprio sistema di accumulo Powerwall. Per sincronizzare app e Gateway e accedere è sufficiente:

  1. Collegarsi alla rete WiFi del Gateway (il nome è composto da TEG + gli ultimi 3 numeri del numero di serie dell’unità);
  2. Inserire la password (che per il Gateway 1 è nella parte bassa della schermata iniziale della app, mentre per il Gateway 2 è dietro il coperchio dell’apparecchio);
  3. Digitare nel browser uno dei seguenti indirizzi:
  • 168.91.1
  • https://teg
  • https://teg-XXX (dove XXX rappresenta le ultime 3 cifre del numero di serie del Gateway);
  1. Accettare l’avvertenza relativa alla privacy – il sito è sicuro;
  2. Effettuare l’accesso come Cliente, utilizzando l’indirizzo email usato per creare l’account Tesla.

A questo punto è possibile modificare le impostazioni di rete, impostando il Wifi domestico.

Cosa controllare con il monitoraggio da remoto

Una volta configurata correttamente l’app Tesla, si ha accesso a tutte le possibilità del monitoraggio da remoto. L’utilizzo dell’applicazione è intuitivo e l’interfaccia è accattivante.

Ma, nel dettaglio, cosa si può monitorare?

  • La potenza totale istantanea prodotta dall’impianto fotovoltaico;
  • Lo stato della batteria;
  • Il consumo dell’abitazione;
  • L’energia archiviata nel Powerwall, quella immessa e quella prelevata;
  • Gli storici (non solo totali, ma anche giornalieri).

Con l’app Tesla è facile ottenere la massima e completa indipendenza energetica: il sistema è intelligente ed è anche possibile ricevere notifiche non appena l’impianto passa alla modalità Backup-Only.

 

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora