Superbonus: come cambia con la Legge di Bilancio

Il 2020 si è concluso con l’approvazione da parte del Senato della Legge di Bilancio: se, infatti, la Camera aveva già approvato il testo il 27 dicembre, il sì del Senato è arrivato tre giorni dopo.

Le novità che la Legge di Bilancio 2021 porta con sé sono molte e interessano settori diversi:

• Partita IVA;
• Pensioni;
• Cassa integrazione;
• Bonus casa;
• Fondo di emergenza;
Superbonus 110%.

Ed è proprio l’ultimo punto quello che continua a suscitare maggiore interesse, poiché ad esso ruotano attorno molte domande:

Quali sono i requisiti di accesso al Superbonus?

Come funziona il miglioramento della classe energetica?

Andiamo con ordine.

Superbonus: interventi entro quando?

Con l’emendamento n.12.0106, la Legge di Bilancio estende le detrazioni fiscali del Superbonus 110% fino al 30 giugno 2022. Nel caso in cui, poi, il 60% dei lavori a condomini ed edifici sia stato completato entro giugno, la proroga ha validità fino al 31 dicembre 2022.

Miglioramento della classe energetica: cos’è incluso con la nuova Legge di Bilancio

In merito al Superbonus 110%, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato circolari di chiarimento relative ai nuovi incentivi, e la Legge di Bilancio 2021 ha introdotto anche le coperture dei tetti non riscaldati fra gli interventi che possono godere delle detrazioni fiscali del Superbonus: sconto in fattura e cessione del credito sono opzioni incluse.
È sempre importante tenere a mente la differenza fra interventi trainanti e trainati: mentre i primi possono accedere direttamente al Superbonus poiché garantiscono un aumento di classe nella certificazione energetica degli edifici, i secondi non possono prescindere dai lavori cosiddetti principali – pena l’esclusione dai benefici fiscali del 110%.

Possono godere di Superbonus e sconto in fattura in via prioritaria, gli interventi di isolamento termico, quelli antisismici e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con sistemi centralizzati a condensazione o a pompa di calore.

Superbonus 110% e SunPower: la via del fotovoltaico

Installare un impianto fotovoltaico non dà diritto immediato al Superbonus: si tratta di un intervento trainato che deve dunque essere necessariamente associato a uno dei tre lavori principali: isolamento delle superfici opache, sostituzione dell’impianto di riscaldamento od operazioni antisismiche. Lo stesso vale per il binomio Superbonus 100% e Tesla Powerwall: i sistemi di accumulo non sono interventi trainanti.

 

Per maggiori informazioni sul Superbonus e il fotovoltaico, contatta gli esperti di Valore Solare

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora