La crescita del consumo energetico sembra essere inarrestabile e le conseguenze di questo trend sono tutt’altro che incoraggianti: all’orizzonte fa capolino l’allarme dell’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

C’è qualcosa che ciascuno può fare nel proprio piccolo per mitigare questo pericolo? Ce ne sono diverse di cose, a dire il vero, e una di queste è il passaggio a impianti termici alimentati da energie rinnovabili.

Energie rinnovabili: quali sono

Le energie rinnovabili non si esauriscono, si rigenerano: questa caratterista è importantissima in un’ottica che guarda alle generazioni future, le quali potranno così contare sull’utilizzo delle risorse naturali.

Sono fonti di energia rinnovabile:

  • L’energia solare;
  • L’energia idroelettrica
  • Le biomasse;
  • L’energia eolica;
  • La geotermica.

Oltre a essere inesauribili, le fonti rinnovabili hanno anche un altro fondamentale vantaggio: fatta eccezione per le biomasse, le altre forme non producono gas serra né altre sostanze che danneggiano la salute umana o l’ambiente.

Come avere un impianto di energia termica da fonti rinnovabili

Le soluzioni green per avere energia termica rinnovabile includono:

Le pompe di calore

Le pompe di calore consentono di riscaldare acqua sanitaria e ambienti trasferendo il calore estratto da una fonte rinnovabile come acqua, aria o terra (nel caso delle pompe di calore geotermiche), all’interno dell’abitazione. Esistono, inoltre, apparecchi in grado anche di raffreddare la casa grazie al funzionamento reversibile: il principio, infatti, è il circuito frigorifero.

La percentuale di sfruttamento dell’energia rinnovabile da parte delle pompe di calore è compresa fra il 75% e il 100%. Queste macchine possono essere alimentate tramite energia elettrica (assorbendo molta meno elettricità della quantità di calore che riescono poi a generare), ma possono essere anche associate a un impianto eolico o fotovoltaico – e in questo caso l’energia termica è completamente rinnovabile.

Gli impianti fotovoltaici

I moduli fotovoltaici sono in grado di catturare l’energia solare e produrre l’energia elettrica necessaria ad alimentare gli elettrodomestici e i condizionatori che riscaldano e rinfrescano non solo le stanze della casa, ma pure l’acqua.

Gli impianti fotovoltaici sono composti da generatori, sistema di controllo della potenza e di condizionamento e sistema di monitoraggio.

A queste componenti, poi, è possibile aggiungere anche un sistema di accumulo.

Gli impianti solari termici

Catturando la luce del sole, questi tipi di impianti riescono a riscaldare l’acqua e ad alimentare le caldaie. I pannelli solari termici trasferiscono il calore generato dal sole all’acqua accumulata in un serbatoio. L’acqua può:

  • Essere usata direttamente;
  • Essere mandata a una caldaia;
  • Essere utilizzata per gli impianti di riscaldamento a pavimento, rendendo gli ambienti caldi in maniera del tutto green.

Scegliere di sfruttare l’energia termica da fonti rinnovabili non significa solamente preoccuparsi della sopravvivenza del pianeta e della sua salute, ma anche tagliare i prezzi delle bollette.

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora