I consumi di energia sono fra le cause dell’inquinamento ambientale?

Contrastare l’inquinamento ambientale è indispensabile al fine di tutelare la salute del pianeta Terra e di tutte le specie viventi presenti, compresi noi esseri umani. Ma cos’è esattamente l’inquinamento? Quali sono le sue correlazioni con i consumi di energia?

Andiamo con ordine.

Cos’è l’inquinamento ambientale

Ecosostenibilità, gestione delle risorse, attenzione all’ambiente e riduzione dei consumi sono espressioni ormai molto diffuse: implicano una serie di azioni finalizzate a ridurre l’inquinamento ambientale. Questo termine identifica il risultato dell’insieme di quei comportamenti umani che determinano dei cambiamenti all’interno di un ecosistema, producendo danni alla natura e alle specie animali. Questi danni sono spesso irreversibili.

Esistono varie forme di inquinamento ambientale:

  • Inquinamento dell’aria: si intende l’immissione (nell’aria, appunto) di sostanze chimiche contenenti particelle nocive per piante, animali e umani.
  • Inquinamento dell’acqua: riguarda le riserve idriche e i mari, con conseguenze dirette per la flora e la fauna. Per fare un esempio, basta considerare gli effetti negativi che le sostanze plastiche hanno sugli animali che abitano sott’acqua.
  • Inquinamento del territorio: riguarda i danni diretti al terreno e al suolo.

Quali sono le cause dell’inquinamento ambientale?

Se si conduce un’indagine sulle cause principali dell’inquinamento ambientale, un’ipotetica classifica vedrebbe ai primi posti la produzione di energia, le emissioni di gas e la produzione industriale.

La produzione di energia elettrica

A sottolineare l’incidenza che la produzione di energia elettrica ha nei confronti dell’inquinamento ambientale è stata un’indagine sul clima elaborata dall’AEA, l’Agenzia Europea dell’Ambiente. I dati emersi dimostrano che dal 2016, i 2/3 dei gas inquinanti che vengono immessi nell’ambiente sono prodotti dall’industria legata proprio all’energia elettrica.

Al giorno d’oggi si parla sempre più spesso di rivoluzione tecnologia: abbiamo sistemi sempre più elaborati, strumenti digitali che hanno capacità di calcolo elevate, ma si tratta di prodotti che necessitano di energia elettrica – e così aumenta l’inquinamento ambientale. Perché? Perché oggi la più utilizzata fonte per ottenere energia elettrica sono i combustibili fossili, che causano un’elevata immissione nell’atmosfera di gas, come l’anidride carbonica, e di scorie di stoccaggio: questi elementi incidono in maniera negativa sull’ambiente.

Altre cause dell’inquinamento

I combustibili fossili vengono impiegati anche per far funzionare i veicoli (in terra, mare e cielo): ecco, quindi, che anche le automobili e gli aerei hanno un impatto negativo sull’ambiente.

Fra le cause dell’inquinamento ambientale si aggiungono, poi, i rifiuti urbani e i prodotti industriali come la plastica e i nuovi materiali sintetici che, immessi nell’ambiente, rilasciano nel tempo particelle nocive per l’ecosistema.

Come ridurre l’inquinamento ambientale: il ruolo dei consumi di energia

Come abbiamo evidenziato, la principale causa dell’inquinamento ambientale è collegata alle fonti non rinnovabili utilizzate per produrre energia per le nostre case, per i dispositivi digitali e per gli elettrodomestici. In questa prospettiva, ridurre i consumi può essere un fattore che influenzerà in maniera determinate il futuro del pianeta. Ma come fare?

Oggi sono sempre di più le centrali elettriche che sfruttano fonti rinnovabili, come l’energia solare, quella eolica e idrica. Inoltre, l’interesse ha raggiunto anche il settore edilizio: cresce il numero dei nuovi edifici che vengono costruiti in modo da limitare la dispersione termica, d’inverno e d’estate. Immobili più efficienti dal punto di vista energetico garantiscono un risparmio economico per il privato cittadino. Di conseguenza, sono sempre di più le aziende e le abitazioni in cui i proprietari richiedono l’installazione di impianti fotovoltaici per produrre energia green.

Si è, infatti, diffusa una vera e propria cultura collegata al concetto di ecosostenibilità: sono sempre di più le persone attente che vogliono ridurre gli sprechi e ottimizzare i consumi di energia. Peraltro, grazie alle nuove politiche statali, crescono gli incentivi per aziende e privati per l’efficientamento energetico degli edifici.

 

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora