Fotovoltaico, accumulo e detrazioni: quando bisogna inviare i dati all’Enea?

Nell’ultimo aggiornamento delle FAQ sul Bonus Casa, l’Enea ha sciolto alcuni dubbi anche in materia di fotovoltaico.

Con la legge di Bilancio per il 2019, per ottenere la detrazione fiscale del 50%; è stata introdotta la Comunicazione Enea obbligatoria anche per gli interventi di ristrutturazione edilizia che comportano una riduzione dei consumi energetici

Quindi per accedere alla detrazione fiscale del 50% si devono comunicare all’ENEA i dati relativi all’installazione di un impianto fotovoltaico e di un sistema di accumulo.

Per i sistemi di accumulo non è necessario per gli interventi con data di fine lavori entro il 31 dicembre 2018, mentre diventa necessario per gli interventi con data di fine lavori a partire dal 1 gennaio 2019.

Invece, se si esegue un intervento di ampliamento di un impianto fotovoltaico precedentemente realizzato in edifici esistenti, occorre fare la comunicazione ad Enea?
Se sì, per l’intero impianto fotovoltaico o solo per la parte di ampliamento?

L’Enea ha risposto che “l’installazione di impianti fotovoltaici a servizio di edifici esistenti rientra nell’elenco degli interventi soggetti all’obbligo di comunicazione ad ENEA. I dati da comunicare sono indicati nella sezione dedicata agli impianti fotovoltaici e riguardano i dati descrittivi sia dell’impianto esistente che dell’ampliamento

Vogliamo informarvi che il sito dell’ENEA è online dall’11 marzo e che ci sono 90 giorni di tempo da questa data per inviare tale comunicazione.

Per espletare in autonomia tale comunicazione potete andare sul sito https://bonuscasa2019.enea.it/index.asp,compilare la comunicazione e inviarla.

 

 

Passa all’energia solare

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora