Efficienza energetica: L’Italia tra obiettivi e risultati

La Relazione annuale sull’efficienza energetica, elaborata dall’ENEA e disponibile sul sito MISE, fornisce un quadro esaustivo sulla riduzione dei consumi energetici a livello nazionale.
Nel 2005 i consumi della penisola raggiunsero il massimo storico con 197,8 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep). Per avere un’idea, abbiamo consumato una quantità di energia pari a un cubo di petrolio di quasi 7 km per ogni lato.
Questo dato impressionante ha sensibilizzato notevolmente l’interesse nei confronti dei vantaggi delle energie rinnovabili favorendo azioni concrete.

Vediamo perciò, in tema di efficienza energetica, quali sono i nostri obiettivi per il 2020 e quali i settori più energivori, quanto siamo stati bravi negli ultimi 5 anni e cosa manca ancora. Infine, ricordiamo quali misure sono state attivate e quali possiamo attivare personalmente.

Obiettivi: In adempimento alla direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, il nostro programma prevede di risparmiare 20 Mtep l’anno di energia primaria (domanda totale) e 15,5 Mtep l’anno di energia finale (energia effettivamente consumata). A fine 2020 vorremmo aver consumato 158 Mtep di energia primaria e 124 Mtep di energia finale e arrivare al traguardo dei 25,5 Mtep in meno nel periodo 2014-2020.

Principali settori e relativi consumi energetici: Nel 2018, i settori che hanno richiesto più energia sono stati quello dei trasporti e quello residenziale, rispettivamente con il 31,1% e il 28% del totale. A seguire l’industria (24,3%) per finire con il settore dei servizi (16,9) e quello dell’agricoltura con il 2,7%.

Risultati: Negli anni 2014-2019 i risparmi cumulati conseguiti al 2019 sono stati di 17,619 Mtep, e il nostro obiettivo appare vicino se pensiamo alle misure per l’efficienza energetica attivate nel nostro paese recentemente.

Misure prese: Fin qui, ci siamo arrivati grazie a misure come Piano Impresa 4.0, Mobilità sostenibile, Conto Termico, agevolazioni fiscali e certificati Bianchi.

Opportunità: Ciò che sicuramente darà un colpo di mano alla nostra missione saranno le nuove Detrazioni fiscali e i Superbonus al 110%, ora finalmente operativi. Promuovere la diffusione delle energie rinnovabili con una misura senza precedenti come quella prevista dal Decreto Rilancio favorirà il raggiungimento degli obiettivi nazionali proprio nel settore classificato al 2° posto per quantità di consumo, quello residenziale.

Perciò, anche tu puoi contribuire all’efficienza energetica del nostro Paese e a quella della tua casa, iniziando ad alimentarla con fonti rinnovabili. In caso di accesso ai Superbonus, otterrai in cambio indipendenza energetica senza spese!

Scopri di più, richiedendo una consulenza con Valore Solare!

 

 

Compila il form, al resto pensiamo noi!

    Nome *
    Cognome *
    Email *
    Città *
    Telefono *
    Consumi *
    Chiama ora