Algeria più green grazie alla patnership con Eni

pic
Un impianto di energia solare è stato inaugurato in Algeria da Eni, l'obiettivo è modificare l'energy mix delle proprie attività.               


Parla anche un po' d'italiano l'impianto fotovoltaico da 10 MW inaugurato da poco a Bir Rebaa North, in Algeria. L'opera è stata realizzata da Eni e Sonatrach, società di stato algerina, attraverso il GSA ( Groupment Sonatrach- AGip).
L'impianto ad energia solare appena inaugurato fornirà energia verde al giacimento di petrolio della zona, contribuendo alla decarbonizzazione del sistema energetico algerino, dimostrando quanto i progetti sulle fonti rinnovabili possano essere un supporto efficiente alle attività di estrazione di petrolio e gas, e allo stesso tempo, possano contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra. 

"Questa struttura è la prova dell'impegno che Eni ha assunto nello sviluppare un piano di decarbonizzazione per la sostenibilità a lungo termine del proprio business, basato sulla riduzione dell'impatto carbonico attraverso lo sviluppo di progetti di energia rinnovabile. Inoltre, il progetto evidenzia quanto forte e stretto sia lo spirito di collaborazione tra Eni e Sonatrach" ha commentato l'amministratore delegato Descalzi a margine dell'iniziativa.
Durante la cerimonia di inaugurazione del nuovo impianto, Eni e Sonatrach hanno anche firmato un'intesa per la realizzazione e la costruzione di un laboratorio di sviluppo e ricerca avanzata proprio a Bir Rebaa North.
Il laboratorio servirà a testare le tecnologie solari e ibride in un contesto ambientale desertico.

Arriva anche un accordo per ampliare l'ambito di cooperazione tra le due società, attraverso la creazione di una joint venture interamente dedicata al settore dell'energia rinnovabile in Algeria.
Lo scopo come fanno sapere i due promotori, è quello di installare e gestire impianti per la produzione di energia solare non solo nei siti produttivi di Sonatrach ed Eni, ma anche in altre realtà.
Si tratta di iniziative strategiche che Eni sta sviluppando in ogni paese in cui opera, e che puntano, spiegano: " a modificare l'energy mix delle proprie attività attraverso la sostituzione dell'energia da fonti fossili con quella da fonti rinnovabili, fornendo energia verde anche alle reti nazionali".

Eni è presente in Algeria dal 1981e al momento dispone di 32 permessi minerari. La produzione equity è di circa 90.000 barili di petrolio equivalente al giorno.

 

image

Stai pensando di passare
all'energia solare?

Inserisci il tuo numero di telefono, ti aiuteremo noi a farlo!